I documenti di programmazione: dal Piano Marshall al DPEF 2008-2011

ABSTRACT

Il volume mira a ripercorrere, attraverso la lettura di brani selezionati dai documenti governativi di indirizzo e programmazione, le principali linee di politica economica italiana dal secondo dopoguerra ad oggi.

La narrazione è rivolta a cogliere gli elementi più qualificanti dello sviluppo economico del Paese, con riferimento a tre parametri: la modernizzazione degli strumenti di programmazione, l’integrazione dell’Italia in Europa e lo sviluppo del Mezzogiorno. La trattazione non intende offrire giudizi di valore, lasciando al lettore le conclusioni.

Il reperimento di documenti originali è stato guidato dalla “memoria storica” di chi ha vissuto dall’interno molte delle differenti fasi della programmazione, avendo svolto la propria attività professionale per tanti anni presso il Ministero del Bilancio e della Programmazione economica prima, e del Ministero dell’Economia e delle Finanze, poi. A testimonianza dello sforzo di ricerca svolta sono stati circa 160 i Documenti programmatici consultati.

Lo studio è effettuato per singolo decennio. Il criterio di scelta della periodizzazione è guidato dal fatto che i decenni corrispondono in linea di massima a fasi storiche distinguibili; ove non è riscontrabile una coincidenza integrale, si è preferito, comunque, mantenere tale criterio per dare una sequenza omogenea alla esposizione.

Ogni capitolo osserva il seguente ordine nella successione dei paragrafi: contesto internazionale e processo di integrazione europea; economia italiana; linee di programmazione e di policy; riforme strutturali; sviluppo del Mezzogiorno.

In estrema sintesi, seguendo il “racconto”, si passa dalle iniziative legate all’utilizzo degli aiuti del Piano Marshall per avviare la ricostruzione postbellica, alle “illusioni” della programmazione degli anni ’60; si prosegue con gli interventi volti a contrastare la forte instabilità degli anni ’70; si ripercorrono gli anni ’80 caratterizzati dalle politiche per la lotta all’inflazione e dalla deriva dei conti pubblici; si giunge alla fine degli anni ’90 a raccogliere il successo dell’ingresso nella Unione Monetaria Europea; si analizzano, agli inizi del nuovo millennio, i problemi strutturali che ancora rallentano lo sviluppo.

A corredo dell’analisi si forniscono, per il periodo 1947-2006, una sintesi statistica dell’economia italiana e una tavola sinottica degli impulsi effettivi delle politiche economiche correlati alle fluttuazioni cicliche.

Antonella Crescenzi dal 1977 ha svolto la propria attività professionale presso il Ministero dell’Economia e delle Finanze: dagli anni passati alla Segreteria della Programmazione Economica del Ministero del Bilancio, fino a quelli trascorsi al Dipartimento del Tesoro quale dirigente responsabile peri Documenti Programmatici, incarico ricoperto fino agli inizi del 2007.

Antonella Crescenzi – I Documenti di Programmazione dal Piano Marshall al DPEF 2008-2011

 

Articoli Recenti Relativi