Un Regolamento UE sull’Intelligenza artificiale

A proposito di una proposta della Commissione Europea su un Regolamento dell’Unione sull’approccio all’intelligenza artificiale, qui di seguito un articolo di Alessandro Tombolini .

 Alessandro Tombolini – La proposta di regolamento IA

Cosa ne fu dei “sistemi di verifica biometrica degli accessi”?

Giulia Bongiorno ministro della Pubblica amministrazione: dai tribunali alle lotte anti-Berlusconi - la Repubblica

Un fantasma si aggira nelle stanze di Palazzo Vidoni: quello dell’ex-ministra Giulia Bongiorno, che ci porta la lieta novella che a volte il peggio non prevale! Sembra passato un secolo da quando  il Parlamento approvò l’articolo 2 della Legge 19 giugno 2019 , n. 56, da lei fortemente voluto, con il quale si prevedeva l’obbligo per tutto il personale pubblico di sottoporsi all’esame biometrico dell’identità – in uso presso gli aeroporti per motivi di antiterrorismo – all’entrata e all’uscita dai posti di lavoro. Erano previsti anche sistemi di video-sorveglianza degli accessi, in palese contrasto con lo Statuto dei Lavoratori. Continua a leggere

Le inutili e pericolose polemiche su “assunzioni e concorsi pubblici”

Chi segue le elucubrazioni svolte su questo sito sa che non abbiamo grande considerazione per quel mondo di intellettuali, giuristi, analisti d’organizzazione, grandi esperti informatici, coach teacher e varia umanità che si affastella da trent’anni al capezzale della pubblica amministrazione senza essere mai stato capace di dare qualche buon consiglio vincente ai decisori politici via via susseguitisi al governo del Paese sulla gestione della burocrazia italiana. Ora i suddetti sono impegnati in una polemica sulle modalità di assunzione delle centinaia di migliaia di giovani e professionalità nuove che il Governo programma di assumere nei prossimi anni. Continua a leggere

Marco Ruffolo – L’Angelo Sterminatore

La riforma della pubblica amministrazione italiana raccontata in forma di thriller politico, nel corso del quale 20 governatori di Regione decidono di incatenarsi nudi di fronte a Palazzo Chigi e l’Unione Europea è costretta a intervenire per contrastare l’ennesimo sfondamento dello spread fra titoli pubblici italiani e tedeschi. Ecco un bel libro sulla burocrazia del nostro Paese –  autore Marco Ruffolo, già caporedattore dell’Economia a La Repubblica – non “grave alla lettura”, ma scorrevole e vivace che ci parla di problemi ancora drammaticamente aperti.  Continua a leggere

Enrico Giovannini: “mo me lo segno…”

Sfioriti rapidamente quasi tutti gli accorati appelli ad una riforma vera della pubblica amministrazione, rimangono per strada le enunciazioni di principio, tanto edificanti quanto poco utili per un percorso concreto di cambiamento. Continua a leggere

La valorizzazione delle Alte Professionalità nel pubblico impiego

A dimostrazione della mancanza di trasparenza di chi difende con slogan vuoti la “privatizzazione” del lavoro pubblico – senza distinguere il buono dall’avariato – c’è da sempre la questione delle fasce alte delle funzioni pubbliche non collocabili nella dirigenza, ma che costituiscono nel concreto un elemento di supporto professionale indispensabile per il buon funzionamento delle nostre pubbliche amministrazioni. Continua a leggere

Antonio Zucaro – le pubbliche amministrazioni, la svolta e rischi

In questo articolo, pubblicato sul sito del “Centro per la Riforma dello Stato” (vedi qui), Antonio Zucaro fa il punto sulle prospettive prossime venture della pubblica amministrazione, alla luce del recente accordo fra Governo e Triplice sindacale (vedi). Continua a leggere

Le critiche di Cassese al patto fra Brunetta e i sindacati

Nel profluvio di articoli e interviste, soprattutto su Il Corriere della Sera (ma non escludendo Il Foglio), sono in pochi ad essersi accorti di un’intervista concessa dal professor Sabino Cassese a “La Repubblica-Affari & Finanza” di questa settimana. Eppure il suo contenuto può essere serenamente definito come dirompente, Continua a leggere

Middle management/Alte professionalità pubbliche – la proposta CIDA al tavolo ARAN

Uno degli argomenti centrali per avviare una riforma vera delle pubbliche amministrazioni italiane é costituito dalla necessità assoluta di puntare sulle alte professionalità a immediato supporto dei dirigenti, seguendo due percorsi maestri: Continua a leggere

Piano Nazionale di Resilienza e Ripresa (RNFF): un metodo per non sbagliare

Sui contenuti del PNFF sono concentrate le iniziative del Governo e l’attenzione del Parlamento e della Comunità nazionale. Pensiamo di fare cosa utile riproponendo due articoli apparsi tre mesi fa su La Repubblica e Il Corriere della Sera, nonché una nostra analisi. Ci pare che questi articoli riassumano con chiarezza i problemi di fronte ai quali si trova l’Italia per far funzionare le sue pubbliche amministrazioni che dovranno gestire i danari provenienti dalla UE. Continua a leggere

Etica e virtù nel lavoro pubblico – la replica dell’Autore alle recensioni.

Seguiamo, per motivi facilmente intuibili, qualunque traccia di pensiero sia legata al discorso sull’etica legata a tutto ciò che è “pubblico”. Pertanto, non poteva non destare il massimo interesse la recente pubblicazione di Fabrizio Giorgilli, dirigente INPS, dal titolo “Etica e virtù nel lavoro pubblico“(edizioni Giappichelli), nel quale egli fa una lunga carrellata del pensiero etico-filosofico e dei concetti costituzionali legati all’etica, per convergere infine sul tema indicato nel titolo del suo libro.

Abbiamo pubblicato due recensioni al testo di Giorgilli: Continua a leggere

Guido Carli 1977 – Gli industriali italiani estranei allo Stato

Dobbiamo alla sagacia dello storico Guido Melis la riscoperta di un pensiero persosi nel tempo a proposito del rapporto anomalo rispetto agli altri paesi occidentali fra industriali e Pubblica amministrazione. Guido Carli fu Governatore della Banca d’Italia dal 1960 al 1975 e Ministro del tesoro dal 1989 al 1992: Continua a leggere

Luca Soda – Cambiare “dentro” le pubbliche amministrazioni.

Di seguito, pubblichiamo un intervento del dr. Luca Marcello Soda, dirigente presso la Presidenza del Consiglio dei Ministri e componente del consiglio direttivo della nostra associazione. Continua a leggere

Sergio Rizzo fa i compiti a casa.

I giornaloni cui egli ha collaborato sono pieni delle intemerate di Sergio Rizzo, la cui ultima fatica editoriale è stata condotta con Tito Boeri, in un libro (vedi qui “Riprendiamoci lo Stato“) in cui abbiamo rilevato più il gusto del gossip personale che una qualche vera passione riformatrice. Continua a leggere

L’alta velocità nell’Italia meridionale

Come dichiarato in Parlamento dal Presidente del Consiglio, l’alta velocità ferroviaria rientrerà nei Piano di Resilienza e Ripresa. Di seguito un articolo di Enrico Morando per “il Riformista” del 16 febbraio 2021 (clicca qui sul link)

Guido Melis – Riformare l’amministrazione italiana

Il prof. Guido Melis è uno dei più importanti e noti storici della pubblica amministrazione pubblica italiana (é suo il testo ormai classico Storia dell’amministrazione italiana -vedi qui la presentazione del testo aggiornato al 2020). Quasi a voler richiamare quel titolo, appare oggi un suo articolo sulla rivista de “Il Mulino” dal titolo “Riformare l’amministrazione italiana”. Da vero storico, quale egli è, non si esime dal rischio di parlare anche di presente e di futuro. Continua a leggere

Assemblea generale dell’associazione Nuova Etica Pubblica

Sabato 6 febbraio 2021 si è tenuta l’Assemblea generale della nostra Associazione, Nuova Etica Pubblica, nel corso della quale, oltre al rinnovo del direttivo, si è svolto un approfondito dibattito fra i soci, al termine del quale è stata approvata all’unanimità la relazione del presidente Antonio Zucaro, incentrata sulla centralità dello Stato e delle pubbliche amministrazioni nel buon funzionamento di qualunque sistema socio/economico. Il nuovo Consiglio Direttivo è composto da Antonio Zucaro, Giuseppe Beato, Alessandra De Santis, Paolino Madotto, Fabrizio Ottavi, Luca Soda, Valerio Talamo, Liana Verzicco.
Alleghiamo la relazione del Presidente.

Giavazzi new style: la priorità alla crescita

Del professor Francesco Giavazzi, bocconiano di ferro, ricordiamo soprattutto le accuse contro la “burocrazia inossidabile” (vedi qui) e le vivaci polemiche con Mariana Mazzucato sul ruolo dello Stato e della pubblica amministrazione in un sistema economico (vedi qui). Pertanto, ammettiamo la nostra imperdonabile ingenuità scoprendolo, in un suo recentissimo articolo, fautore della priorità della crescita come fattore di contrasto al debito pubblico. Ben argomentato con un preciso riferimento a numeratori e denominatori, il succo del ragionamento è che il debito pubblico va combattuto con politiche pubbliche di investimento. Ma come gestire politiche pubbliche d’investimento senza un forte intervento pubblico, caro professore? Continua a leggere

I 59 commissari delle Grandi Opere

Riprendiamo l’articolo de Il Sole 24 ore dello scorso 22 gennaio 2021. Viene riportato l’elenco dei 59 Commissari indicati dal Governo per la gestione di altrettante Grandi Opere per un importo di circa 65 miliardi di euro. In un nostro precedente articolo le perplessità sul funzionamento effettivo di queste figure, viste le esperienze, non solo del ponte di Genova, ma anche di quelle relative ai lavori dei dopo-terremoti.  Continua a leggere

Rifare l’Italia (e la burocrazia) – 1920, discorso di Filippo Turati alla Camera

Su questo sito siamo soliti raccogliere materiali storici che diano al lettore senso e misura di come i ceti dirigenti italiani abbiano affrontato nei tempi il tema della burocrazia del nostro Paese. Qui riproponiamo un celebre discorso tenuto alla Camera dei Deputati del Regno d’Italia da Filippo Turati circa 101 anni fa, il 26 giugno 1920, Continua a leggere