Il coraggio della competenza: la lectio magistralis di Mario Draghi all’Università’ Cattolica

Dopo di lui la nostra immagine/Paese nel mondo non sara’ più quella dell’italietta di  Vittorio Emanuele Orlando, ne’ quella dell’8 settembre del maresciallo Badoglio: Mario Draghi lascia un’immagine dell’Italia, a fine mandato da presidente della Banca Centrale Europea, di cui tutti gli italiani – e non solo – possono andare orgogliosi. Continua a leggere

8 Settembre 1943 – via Raffaele Persichetti

Via Raffaele Persichetti a Roma e’ un breve tratto di strada di fronte a Porta San Paolo, solitamente trafficatissimo ed il cui nome e’ sconosciuto al 90% degli automobilisti che la percorrono. E’ intitolata a un professore di storia dell’arte del liceo Ennio Quirino Visconti, tornato dalla guerra invalido. Il Professore accorse, come altri civili, la mattina del 10 settembre 1943 in soccorso dei suoi ex commilitoni del reggimento Granatieri di Sardegna, lasciato dai gerarchi militari da solo alla difesa di Roma sotto attacco delle truppe tedesche: mori’ lanciandosi allo scoperto per soccorrere i compagni feriti. Continua a leggere

I miti dell’Europa: conferenza di Massimo Cacciari

La radici fondativa dell'”essere comunità” risiede sempre in un “ethos” condiviso basato a propria volta su “miti”. A termini dell’enciclopedia Treccani l’ethos é “il costume, la norma di vita, la convinzione e il comportamento pratico dell’uomo e delle società umane, e gli istituti con cui si manifestano storicamente: è l’oggetto proprio dell’etica”. Continua a leggere

Storia dell’Amministrazione italiana (1861-2017)

Presentiamo di seguito la recensione – a cura di Leonella Cappelli – apparsa sull’ultimo numero della nostra rivista “Nuova Etica Pubblica” (vedi qui) – sul libro di Stefano Sepe, dal titolo  “Storia dell’amministrazione italiana (1861-2017)”. Continua a leggere

Buone letture sulla tematica dell’ambiente e sul ruolo delle istituzioni

La problematica ecologica, crisi che è «una conseguenza drammatica» dell’attività incontrollata dell’essere umano: «Attraverso uno sfruttamento sconsiderato della natura, egli rischia di distruggerla e di essere a sua volta vittima di siffatta degradazione». Anche la possibilità, «sotto l’effetto di contraccolpi della civiltà industriale, di […] una vera catastrofe ecologica». Non è Greta Thunberg che parla, ma Paolo VI, in discorso tenuto alla FAO nell’anno 1971. Continua a leggere

Il numero di febbraio 2019 della rivista Nuova Etica Pubblica

Pubblichiamo il numero 12 del febbraio 2019 della rivista dell’Associazione Nuova Etica Pubblica diretta da Daniela Carlà. Il focus di questo numero è L’INATTUALITA’ ATTUALE DI ADRIANO OLIVETTI. Continua a leggere

Come misurare la corruzione: percezione e realtà in una polemica ormai stantia.

La discussione sull’attendibilità dei dati sulla corruzione in Italia è stata recentemente rinfocolata da un articolo molto polemico di Filippo Facci su Libero quotidiano del 31 gennaio 2019 (leggi qui). Una più autorevole presa di sostanze dalle catastrofiche classifiche di Trasparency International è stata quella di Sabino Cassese su Il Corriere della Sera del 17 dicembre 2017 che parimenti alleghiamo (clicca qui). Tutto ruota intorno alla distanza fra “percezione” ed “osservazione scientifica” della realtà.   Continua a leggere

Altri due contributi polemici il giusto sulle èlite: Giuliano Ferrara e Michele Serra

Il dibattito sulle élite sollecita evidentemente molto i nostri intellettuali engagè. Riportiamo pertanto i pareri, ambedue polemici e “dissonanti”, di Giuliano Ferrara (“Quanto fa ridere l’élite che si rimette in gioco poco, pocoIl Foglio del 16 gennaio 2019 e di Michele Serra (La Repubblica “l’amaca” del 16 gennaio 2016) Continua a leggere

Chi manipola la collettività: l’opinione di Mariana Mazzucato sulle élite

Replicando a quanto affermato da Alessandro Baricco, l’economista italo-americana Mariana Mazzucato (vedi qui le sue teorie sullo “Stato innovatore”) ha esposto sulle colonne de La Repubblica dello scorso 14 gennaio – vedi qui – il suo pensiero dissonante in merito al “crollo delle élite” rispetto a quello esposto due giorni prima da Baricco (vedi). Continua a leggere

Alessandro Baricco: il crollo delle élite

Riprendiamo un articolo di Alessandro Baricco, pubblicato su La Repubblica dello scorso 10 gennaio 2019 ( che descrive in modo, ci pare, quasi perfetto ciò che è accaduto alle élite dell’Occidente nei trascorsi 20 anni, come si sia rotto un equilibrio di fondo fra “élite e popolo” , che è poi quello di sempre nella storia: chi è “popolo” accetta che sia un ceto di “privilegiati” solo a patto che costoro si sappiamo fare carico degli interessi e dei problemi generali. Hic Rhodus hic salta!

VEDI LA REPLICA DI MARIANA MAZZUCATO

Continua a leggere

INDICE GENERALE dei contenuti del sito dell’Associazione Nuova Etica Pubblica

Il sito www.eticapa.it – operativo dal gennaio 2013 – raccoglie ormai circa 1300 contributi originali sulle tematiche inerenti allo Stato-pubblica amministrazione e agli argomenti storico-istituzionali collegati. Contiamo di fornire un servizio utile per gli studenti e per chiunque sia interessato pubblicando un INDICE GENERALE PER MATERIA di tutti i documenti fin qui pubblicati. Continua a leggere

Mario Draghi: elogio dell’Unione europea e della moneta unica

Risultati immagini per draghi marioPubblichiamo la Lectio magistralis offerta da Mario Draghi lo scorso 15 dicembre 2018, in occasione del conferimento della laurea honoris causa in Economia dalla Scuola Superiore Sant’Anna di Pisa. Continua a leggere

Pier Paolo Pasolini: l’articolo delle lucciole

In un luogo dove si discute di etica civile e pubblica non può stonare la rievocazione di un celebre articolo su Il Corriere della Sera del 1975 di Pier Paolo Pasolini, in cui, attraverso la metafora della scomparsa delle lucciole, descriveva quelli che valutava essere  gli enormi sconvolgimenti che attraversava allora la comunità civile del nostro Paese. Continua a leggere

La situazione di oggi alla luce della lettura della macchina statale imperfetta del fascismo storico descritta nel libro di Guido Melis

Su Il Foglio dello scorso 8 ottobre 2018 –vedi qui – è apparsa una recensione a cura di Adriano Sofri sull’ormai notissimo testo di Guido Melis “La macchina imperfetta“: vi è esposta una tesi originale rispetto alla descrizione dell’autore, Continua a leggere

Antonio Zucaro – Identità e intolleranza

Un mondo “globalizzato” in pieno sommovimento e sviluppo. Il ripetersi di una storia antica di moltitudini che si spostano da un capo all’altro del globo. La necessità di comprendere  ciò che accade oggi per stabilire la rotta del domani. Alla fine la necessità di uno Stato – di un concerto di Stati –  in grado di gestire in modi positivi e non regressivi l’ennesima sfida della storia umana. Dentro questo contesto si muove lo scritto di Antonio Zucaro che qui sotto pubblichiamo. Continua a leggere

Il nostro ricordo di Paolo De Ioanna

La notizia della morte di Paolo De Ioanna colpisce tutti noi, profondamente. Ci colpisce uno per uno sul piano personale e ci colpisce come associati a Nuova Etica Pubblica, che Paolo, da componente del Comitato scientifico, ha sostenuto col suo prestigio ed arricchito con la sua cultura ed esperienza. Continua a leggere

Strage di Bologna: messaggio inviato al personale INPS dell’Emilia Romagna dal direttore regionale

Gentili colleghi,

Domani, Bologna ricorderà l’orribile strage del 2 agosto 1980.
Difficile trovare parole nuove, non consunte da riti necessari ma inesorabilmente esposti a interpretazioni retoriche.
Nondimeno, la memoria di quel dolore collettivo va coltivata con tenacia, come istanza inesausta di verità, come esortazione incessante e definitiva a espellere la violenza dal sistema delle relazioni umane.
Nessun fine la giustifichi, dal più scellerato (di certo, fonte di ispirazione di quella stagione) al più nobile che ne risulterebbe comunque contaminato.
Per rimanere umani, occorre una manutenzione continua.

Michele Salomone

Democrazia e ragioni della maggioranza: l’opinione di Sabino Cassese

In una recente intervista dello scorso 19 giugno 2018, Sabino Cassese sintetizza una teoria intorno alla costruzione ed evoluzione giuridica  degli Stati nella storia. E non manca occasione per raffrontare – nel contesto di uno stato democratico – il peso e ruolo della volontà della maggioranza degli elettori con altri punti di riferimento costituzionali egualmente rilevanti. Continua a leggere