Come misurare la corruzione: percezione e realtà in una polemica ormai stantia.

La discussione sull’attendibilità dei dati sulla corruzione in Italia è stata recentemente rinfocolata da un articolo molto polemico di Filippo Facci su Libero quotidiano del 31 gennaio 2019 (leggi qui). Una più autorevole presa di sostanze dalle catastrofiche classifiche di Trasparency International è stata quella di Sabino Cassese su Il Corriere della Sera del 17 dicembre 2017 che parimenti alleghiamo (clicca qui). Tutto ruota intorno alla distanza fra “percezione” ed “osservazione scientifica” della realtà.  Affinché il lettore si orienti, pubblichiamo senza commenti tre fonti di osservazione del fenomeno della corruzione in Italia:

Un’analisi anche superficiale evidenzierà una radicale dissonanza fra i dati dei diversi report. E’ giusto segnalare infine che l’Italia è uno dei Paesi con più alta percezione della corruzione (97% contro il 76% della media UE)

 

 

Articoli Recenti Relativi