Nilde Jotti e Cliseide Delle Fratte: amore e politica

Print pagePDF pageEmail page

Una giovane donna racconta l’impegno politico e la vita sentimentale di due donne che non ci sono più: una sua bisnonna (Cliseide Delle Fratte) e Nilde Jotti: é il tema di “Amore e politica nella vita di Nilde Jotti“, edizioni Albatros scritto da Chiara Raganelli e presentato alla Camera dei Deputati lo scorso 14 novembre, a cura del Circolo Ricreativo dei Lavoratori dell’INPS – vedi qui  Continua a leggere

Accordo di Azione comune per la Democrazia paritaria – legge elettorale

Print pagePDF pageEmail page

COMUNICATO STAMPA

L’Accordo di Azione Comune per la Democrazia Paritaria, che raccoglie oltre 50 tra Associazioni, Gruppi e Reti femminili e si prefigge l’equilibrio di genere nelle istituzioni e nei luoghi di decisione, consapevole che nella storia della Repubblica le donne si sono rivelate meno coinvolte nelle pratiche di scambio e di corruzione Continua a leggere

Leggi elettorali – Note dell’Accordo di Azione Comune per la Democrazia Paritaria

Print pagePDF pageEmail page

accordo-di-azione-comune

Pubblichiamo due note inviate in data odierna dall’Accordo di Azione Comune per la Democrazia Paritaria al Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, e al Presidente della Conferenza dei Presidenti delle assemblee legislative delle regioni e delle Province Autonome. Il contenuto delle note riguarda l’equilibrio di genere nelle leggi elettorali. Continua a leggere

La metà dell’impiego: il punto storico e le evidenze statistiche.

Print pagePDF pageEmail page

l'altra metà dell'impiego

Pubblichiamo: a) intervento di Guido Melis a Palazzo Altieri lo scorso 6 dicembre 2016 (clicca qui); b) statistiche recenti sulla presenza di genere nella pubblica amministrazione, nel lavoro di Sonia Mecenate sul numero di dicembre 2015 della nostra Rivista “Nuova Etica Pubblica“(clicca qui); c) statistiche aggiornate al 2016 sulla presenza di genere nel lavoro a cura di Antonietta Mundo (clicca qui).

Statistiche sui posti di responsabilità gestiti dalle donne.

Print pagePDF pageEmail page

Screenshot 2016-09-26 18.05.21

La dr.ssa Antonietta Mundo, attuario – già Coordinatrice generale  del Servizio statistico attuariale dell’INPS – in occasione del recente convegno del 20 settembre sulla “democrazia paritaria” (vedi)  ha predisposto una serie di slide di studio sull’evoluzione della rappresentanza femminile nei posti di responsabilità politica e dirigenziale, Continua a leggere

Atti del Convegno “Se non é paritaria non è democrazia” del 20 settembre 2016.

Print pagePDF pageEmail page

Logo Azione Comune

Pubblichiamo gli atti ufficiali del Convegno organizzato dall'”Accordo di azione comune per la Democrazia paritaria”  – vedi programma – insignito della Medaglia del Presidente della Repubblica, in sua rappresentanza. Continua a leggere

Organismi di parità: arriva l’e-book. Lo sguardo sul futuro possibile.

Print pagePDF pageEmail page

Organismi di parità

Il lungo cammino dell’Accordo di azione comune per la democrazia paritaria, costantemente percorso per agevolare la promozione delle pari opportunità nell’accesso alle assemblee elettive, nel 2014 si è concentrato sugli organismi di parità, sul ruolo che hanno svolto e sui nuovi obiettivi da raggiungere. È avvenuto con due seminari (16 luglio e 3 dicembre) i cui interventi ora sono raccolti in un eBook realizzato da NOIDONNE, che è tra le circa 60 associazioni e realtà femminili firmatarie dell’Accordo e che ha inteso valorizzare questo lavoro pubblicando gli atti dei due appuntamenti: “Organismi di parità: lavoro in corso” (16 luglio, Roma, Villa Huffer) e “Democrazia paritaria e pari opportunità: norme, esperienza e confronto con altri paesi europei” (3 dicembre, Roma, Sala del Parlamento europeo). “Non consideriamo la pubblicazione un approdo – spiegano Marisa Rodano, Daniela Carlà, Roberta Morroni, Graziella Rivitti, coordinatrici dei seminari -. Il nostro intento è quello di offrire un materiale per la riflessione e per l’attività futura nella consapevolezza che vi è tanto lavoro ancora da fare”.

Quali i passaggi e gli impegni che hanno portato sin qui questo sodalizio? “Nel 2010 era nata Noi Rete Donne sull’obiettivo prioritario di diffondere la doppia preferenza di genere, adottata allora dalla Regione Campania, e, più in generale, di analizzare e proporre interventi sul delicato e complicato rapporto tra donne e potere. Noi Rete Donne ha poi, insieme ad altre, promosso la costituzione dell’Accordo di azione comune per la democrazia paritaria. Molti i risultati raggiunti sia a livello territoriale che nella legge elettorale e che giustificano anche un certo ottimismo. Ma sono tanti quelli da raggiungere ancora; di qui derivano le nostre amarezze, ma anche il dovere di continuare, valorizzando la grande intesa tra l’associazionismo femminile che si è realizzata e la trasversalità, in molti importanti passaggi decisivi, tra le parlamentari. Il risultato nel voto regionale, accompagnato dall’altissimo astensionismo, non è stato incoraggiante. Anche per questo avvertiamo la necessità di dissolvere l’equivoco che le norme per la democrazia paritaria (quelle approvate e quelle che, ne siamo certe, faremo approvare) da sole bastino a realizzare la parità di genere. Riproponiamo con forza, perciò, l’importanza dei meccanismi per le pari opportunità. Valutiamoli, rivisitiamoli, ma con l’intento di valorizzarne e rafforzarne il ruolo. La discriminazione di genere necessita di strumenti specifici di intervento, non diluibili genericamente nelle misure contro le discriminazioni. Al contrario, le discriminazioni razziali, di età, di condizione sociale si concretizzano specificamente in relazione al genere. Per intervenire, c’è bisogno di reti e saperi: le rappresentanti nei Cug (comitati unici di garanzia), le Consigliere di parità, le Commissioni, le Consulte, gli Osservatori”.

È possibile sfogliare l’eBook attraverso il sito di NOIDONNE (www.noidonne.org), trovandovi – oltre agli interventi di: Rosa M. Amorevole, Maria Bollini Lucisano, Alida Castelli, Daniela Colombo, Marilisa D’Amico, Federica de Pasquale, Antonella De Santis, Angela Di Stefano, Annunziata D’Orazio, Bianca Ferramosca, Alessandra Maggiani, Flavia Marzano, Anna Maria Isastia, Mara Pirozzi, Lucinda Spera, Fiorenza Taricone, Alessandra Servidori e Arianna Voto – anche una riflessione della Consigliera nazionale di Parità, Franca Bagni Cipriani, e la testimonianza della Viceministra Teresa Bellanova raccolta da Tiziana Bartolini sull’impatto del Job Acts sull’occupazione femminile e sulla conciliazione tra lavoro e famiglia.

E-Book – ORGANISMI DI PARITA’: il punto,oggi, e lo sguardo al futuro possibile.

La riforma della dirigenza pubblica e il ruolo della donna – Daniela Carlà

Print pagePDF pageEmail page

carla'

Riproduciamo l’intervento di Daniela Carlà, direttrice della nostra rivista “nuova Etica Pubblica”,  sul n. 2 di giudicedonna.it – vedi qui . L’argomento della riforma della dirigenza pubblica viene qui trattato con esplicita attenzione al diverso e originale contributo che la dirigente donna è in grado di dare al buon funzionamento della macchina amministrativa.

 Giudicedonna n 2 / 2015 – Daniela Carlà

Accordo di azione comune per la democrazia paritaria – norme esperienze e confronto con Paesi esteri – Atti del Seminario del 3 dicembre 2014

Print pagePDF pageEmail page

MarisaRodano-DanielaCarla-politicafemminile

Di seguito le relazioni delle partecipanti al Seminario.

Invito 3 dicembre 2014

Graziella Rivitti – relazione introduttiva 3 dicembre 2014;

Fiorenza Taricone – relazione 3 dic 2014 democrazia paritaria;

Alessandra Servidori – Intervento Democrazia Paritaria 3 dic 2014;

Marilisa D’Amico: relazione 3 dicembre 2014;

Daniela Colombo 3 dic 2014 – Meccanismi per la parità.

Il talento femminile nella Pubblica Amministrazione.

Print pagePDF pageEmail page

orlandi.jpg_415368877

In fatto di eccellenze “donna” nel mondo del lavoro, i quotidiani e i siti web prediligono storie di successo femminile nel mondo del lavoro d’impresa privata – vedi da ultimo l’ ANSA – Donne supertecno, gli 11 talenti italiani. Tutto bene, salvo ricordare anche che la presenza femminile nella Pubblica Amministrazione è maggioritaria e, comunque, rilevante anche nelle qualifiche di alta responsabilità (qui sopra in foto, ad esempio, la Direttrice dell’Agenzia delle Entrate Rossella Orlandi).  Si vedano le statistiche qui appresso.

Valotti Bellè 2014 – I manager pubblici che vogliamo_% DIRIGENTI donne nei Ministeri

 Distribuzione di genere SCUOLA STATALE nel 2011

 Distribuzione di GENERE Servizio Sanitario Nazionale  2011

 RGS Conto annuale 2012 distribuzione di genere dei LAVORATORI PUBBLICI

Democrazia paritaria – incontro con Maria Elena Boschi

Print pagePDF pageEmail page

accordo democrazia paritaria

COMUNICATO STAMPA

Ieri 3 novembre 2014 l’Accordo di azione comune per la democrazia paritaria ha incontrato la Ministra per le Riforme Costituzionali e i Rapporti con il Parlamento Maria Elena Boschi.

Per l’Accordo erano presenti Daniela Carlà, Irene Giacobbe, Rosanna Oliva, Serena Romano e Roberta Morroni.

La delegazione ha illustrato le posizioni dell’Accordo riguardo le riforme della legge elettorale per la Camera dei Deputati e la riforma del Senato e del Titolo V della Costituzione .

La Ministra ha assicurato attenzione alle proposte, delle quali era già a conoscenza, e ha, in particolare, manifestato interesse per la tematica della valutazione dell’impatto di genere, nell’ambito della valutazione delle politiche pubbliche, che sarà tra le competenze del nuovo Senato.

E’ stato concordato un nuovo incontro durante il successivo iter parlamentare.

Verso gli stati generali delle donne per la legalità.

Print pagePDF pageEmail page

Corruzione e illegalità. Il NO delle donne, quarto incontro

La Ministra Maria Carmela Lanzetta – NOIDONNENoiReteDonne

invitano

VERSO GLI STATI GENERALI DELLE DONNE PER LA LEGALITA’

Lunedì 27 ottobre 2014
Presso Ministero Affari regionali e autonomie
Sala Conferenza Stato Regioni
Roma, Via della Stamperia, 8

La legalità come valore della collettività a garanzia dei diritti. È un principio che le donne prima di tutto intendono riaffermare perché sono doppiamente vittime di illegalità e corruzione: come cittadine per i disservizi del sistema e in quanto donne per l’impatto sui conseguenti tagli ai servizi sociali. Nel solco di un percorso avviato nel 2012 l’appuntamento intende avviare il percorso necessario a raccogliere adesioni e contributi al fine di contribuire a riaffermare la legalità come leva su cui costruire una rinnovata consapevolezza civica e per l’affermazione di una Cultura della Legalitá quale cemento del vivere civile e base per la giustizia sociale.

Maria Carmela Lanzetta,  Marisa Rodano, Tiziana Bartolini,  Daniela Carlà, Roberta Morroni

Per adesione: mail redazione@noidonne.org

DEMOCRAZIA PARITARIA E FUTURO DELLA DEMOCRAZIA

Print pagePDF pageEmail page

donne al quirinale

 

L’articolo di Daniela Carlà, pubblicato su “Noi donne” e che riproduciamo qui sotto, illustra un concetto di interesse non parziale, ma di rilevanza generale: la rappresentanza di genere non è mera rivendicazione di “parità” di rappresentanza da parte del genere femminile, ma fattore di crescita e di sviluppo delle Istituzioni, perché conferisce vitalità e slancio alla vita democratica del Paese.

Daniela Carlà – Il cammino difficile ma inevitabile verso la Democrazia paritaria.

ACCORDO DI AZIONE COMUNE PER LA DEMOCRAZIA PARITARIA – LEGGE ELETTORALE E RAPPRESENTANZA DI GENERE

Print pagePDF pageEmail page

CARLA

Pubblichiamo la conferenza stampa tenutasi presso la Camera dei Deputati lo scorso 4 marzo 2014 promosso dall’ Accordo di azione comune per la Democrazia paritaria, in merito agli aspetti di genere contenuti nel progetto di legge elettorale “Italicum”

Clicca qui per la trasmissione della Conferenza stampa

Sullo stesso tema un’intervista a Daniela Carlà

Reteconomy – L’Italicum e la rappresentanza di genere – Intervista a Daniela Carlà

 

NOI DONNE COOPER..ATTIVE

Print pagePDF pageEmail page

logo-noidonne

MARTEDI’ 4 MARZO 2014

Casa dell’Architettura-Piazza Manfredo Fanti 47- Roma

COMUNICATO STAMPA

Roma, 24 febbraio 2014. Oltre il 52%. Questa la percentuale di donne occupate nel comparto cooperativo in Italia, ben più della metà di quel milione e 200mila addetti nelle 43mila imprese attive. Un’economia, quella cooperativa, che nonostante le difficoltà degli ultimi anni, realizza un fatturato di 140 miliardi di euro e rappresenta l’8% del PIL nazionale.

I cambiamenti del quadro socio-economico e della struttura del mondo del lavoro, che la crisi ha acuito, impongono una riconfigurazione dei tempi di vita e di lavoro e una profonda revisione del welfare. Le donne della cooperazione possono dare un significativo contributo attraverso idee e progetti anche grazie alle esperienze già in atto che hanno aperto strade innovative in risposta ai bisogni sociali emergenti.

 

Con l’intento di valorizzare queste esperienze, la Commissione Pari Opportunità di Legacoop ha promosso il progetto “Lavoro, donne, cooperazione” con la collaborazione di NOIDONNE, storica rivista di politica delle donne, e della Fondazione Nilde Iotti, impegnata nella ricerca storico-socio-economica per valorizzare le donne come classe dirigente. Obiettivo del progetto è tracciare delle linee guida per nuovi modelli organizzativi e per un sistema di servizi sociali rispondente alle reali esigenze delle persone, oggi. Una mostra e una tavola rotonda offriranno elementi di rilettura e spunti di riflessione sui temi posti all’attenzione del progetto.

MOSTRA“NOIDONNE cooperAttive”

Martedì 4 marzo alle 15.30 Aldo Soldi, Direttore Generale Coopfond, e Tiziana Bartolini, Direttora di NOIDONNE, inaugurano la Mostra “NOIDONNE cooperAttive”: un progetto cross-mediale che si propone una rilettura dei passaggi salienti delle conquiste delle donne per la parità nel lavoro, per la tutela dei diritti e per la valorizzazione del loro ruolo, soprattutto nella dimensione cooperativa. Una mostra fotografica e documentale che incrocia la storia con le questioni più stringenti dell’attualità dando la parola – anche attraverso video-testimonianze realizzate dalla giornalista Marina Caleffi – alle cooperatrici di oggi. La Mostra è visitabile fino al 12 marzo.

TAVOLA ROTONDA TEMPI DI VITA E TEMPI DI LAVORO IN ITALIA E IN EUROPA OGGI

Alla tavola rotonda “Tempi di vita e tempi di lavoro in Italia e in Europa oggi”, prevista alle ore 16.30, interverranno Dora IacobelliLivia TurcoLinda Laura SabbadiniRita GhediniDonata Gottardi, Maria Luisa Mirabile e Costanza Fanelli e modererà la giornalista Luisa Grion. La tavola rotonda sarà il primo momento di un lavoro di approfondimento svolto con ricercatrici, donne delle istituzioni e del mondo imprenditoriale per arrivare alla formulazione di alcune linee di proposta per un welfare innovativo e sostenibile che saranno presentate in un convegno programmato per il prossimo autunno.

pariopportunita@legacoop.coop – Tel. 06 84439403;  redazione@noidonne.org – Cell. 339 5364627; info@fondazionenildeiotti.it – Cell. 366 4137546;

http://pariopportunita.legacoop.coop   •   www.noidonne.org   •   www.fondazionenildeiotti.it
#cooperattive

 comunicato stampa 4 marzo-4

NUOVA LEGGE ELETTORALE E ACCORDO DI AZIONE COMUNE PER DEMOCRAZIA PARITARIA

Print pagePDF pageEmail page

logo-noidonne

Dichiarazioni di “Noi rete donne” in ordine alla nuova legge elettorale – intervista pubblicata sul sito della Rivista “NOI DONNE”.

ND NOI DONNE – legge elettorale: non sarà nuova senza Pari opportunità – clicca  qui per ascoltare l’intervista

Comunicato di Democrazia paritaria su legge elettorale gen-2014

Accordo di Azione Comune per la Democrazia Paritaria

 

LE RIFORME ELETTORALI EUROPEA, NAZIONALE E REGIONALI.

Print pagePDF pageEmail page


logo-ue

Il 3 dicembre 2013 si terrà l’iniziativa pubblica su ‘SE NON E’ PARITARIA NON E’ DEMOCRAZIA.LE RIFORME DELLE LEGGI ELETTORALI EUROPEA, NAZIONALE E REGIONALI‘  presso la sede del Parlamento Europeo- Sala delle Bandiere in via IV Novembre n. 149 – Roma dalle 15.00 alle 18.00.
Interverrà la Vicepresidente del Senato Valeria Fedeli.Convegno organizzato da:

Marisa Rodano

Daniela Carlà

Documento dell’ACCORDO COMUNE PER LA DEMOCRAZIA PARITARIA sul Convegno del 3 dicembre 2013