Cassese e i casi ILVA e TAP: la guerra Stato-Regione, ma che sistema costituzionale è?

Print pagePDF pageEmail page

Lungi l’idea in questo angolo di riflessioni di prendere qualsivoglia posizione a favore di questa e di quella parte politica, né di dare voce alle ragioni pro o contro il progetto governativo di riqualificazione delle acciaierie ILVA e del gasdotto Trans Adriatic Pipeline (TAP): Continua a leggere

Valutazione delle politiche pubbliche: il decreto di modifica delle “regole d’ingaggio” dell’AIR e del VIR

Print pagePDF pageEmail page

AIR e VIR per un concittadino di buona cultura, ma non addentro nei meandri della pubblica amministrazione, sono termini che possono solo ricordare una vecchia canzone americana e la parola “uomo” pronunciata in latino! Anche quando sia declinato l’acronimo le perplessità non cambiano: AIR sta per Analisi dell’impatto della Regolazione, VIR sta per Valutazione dell’impatto della regolazione. Carneade chi era costui??? Continua a leggere

Dirigenti pubblici e dipendenti: i premi a pioggia

Print pagePDF pageEmail page

Riproduciamo un articolo di Marco Ruffolo su La Repubblica di ieri 26 novembre 2017 sull’irrisolto problema dei “premi a pioggia” che vengono erogati a dirigenti e impiegati pubblici in virtù di un sistema di equilibri di forze e di relazioni sindacali che non é mai riuscito finora a diversificare gli incentivi premiali ai dipendenti pubblici secondo il merito dei singoli. Continua a leggere

La riforma della privatizzazione rievocata da Franco Carinci e Lorenzo Zoppoli

Print pagePDF pageEmail page

     

Franco Carinici e Lorenzo Zoppoli collaborarono con Massimo D’Antona nella predisposizione dei testi legislativi della “seconda privatizzazione” , detta altrimenti “la riforma Bassanini” – vedi qui le “leggi Bassanini” – e furono presidente e componente della commissione incaricata di redigere il testo unico del pubblico impiego,  poi emanato come decreto legislativo 31 marzo 2001, n. 165vedi qui le vicende di preparazione del testo unico. Continua a leggere

Le tre norme di legge che hanno distrutto l’autonomia dei dirigenti pubblici

Print pagePDF pageEmail page

 NORME SULLA PRECARIATA’ DEL DIRIGENTE PUBBLICO

Franco Carinci: Massimo D’Antona e la “contrattualizzazione” del pubblico impiego: un tecnico al servizio dell’utopia

Print pagePDF pageEmail page

 carinci e d’antona- ricordo anno 2008

Walter Tocci: le vicende della Repubblica, della politica e delle pubbliche amministrazioni viste come un tutto.

Print pagePDF pageEmail page

Non vogliamo  appesantire troppo queste righe di presentazione perché ruberebbero tempo alla lettura di un saggio del senatore Walter Tocci, che trae spunto da una sua relazione al Seminario di studi organizzato dalla rivista Costituzionalismi.it del 16 giugno 2017 su “Mediazione politica e compromesso parlamentare“, gli atti del quale sono ora pubblicati on line – vedi qui. Continua a leggere

ANAC – Motivi di esclusione dalle gare d’appalto per gravi illeciti professionali.

Print pagePDF pageEmail page

In applicazione del codice degli appalti emanato lo scorso anno con il decreto legislativo n. 50 del 18 aprile – vedi l’Autorità nazionale anticorruzione ha emanato una serie di linee guida – vedi qui – utili alle amministrazioni pubbliche per la corretta applicazione della legge. Continua a leggere

Sabino Cassese e i dirigenti pubblici sotto assedio.

Print pagePDF pageEmail page

Leggi qui di Sabino Cassese: DIRIGENTI PUBBLICI SOTTO ASSEDIO

Potremmo citare decine di articoli e saggi del professor Sabino Cassese nei quali egli segnala da ormai 20 anni il pericolo di pubbliche amministrazione rese instabili e inefficienti dalla cosiddetta “privatizzazione“,  dagli incarichi dirigenziali a tempo e da uno spoils system d’importazione che nulla ha a che fare con l’originale Continua a leggere

Il Consiglio di Stato e la privatizzazione del lavoro pubblico

Print pagePDF pageEmail page

Riproduciamo qui un celebre parere con il quale il Consiglio di Stato cercò invano, nel lontano anno 1992, di contrastare la riforma detta della privatizzazione del pubblico impiego – così come era stata prevista dall’articolo 2 della legge n. 421 del 1992 di delega  – e di difendere il regime giuridico speciale amministrativo del pubblico impiego. La quale delega, come noto, si tradusse nel decreto legislativo n. 29 del successivo febbraio 1993, che sancì l’introduzione nel nostro Ordinamento di una disciplina delle fonti giuridiche omologata al lavoro privato. Continua a leggere

Previdenza in Svizzera – Sistema a tre pilastri.

Print pagePDF pageEmail page

tre pilastri previdenza

Invece di fare bassa propaganda e demagogia a buon mercato basterebbe studiare ciò che fanno a due passi da casa. Riportiamo le informazioni presenti sul sito “Conoscere la civica”, con un contenuto di immediata comprensione sul funzionamento in Svizzera del sistema a tre pilastri (fiscalità generale, previdenza obbligatoria, previdenza integrativa) che continuiamo a ritenere essere quello ottimale, migliore delle attuali “forzature” sul sistema contributivo, che non può assicurare alla stragrande maggioranza dei lavoratori il mantenimento del tenore di vita abituale nell’età anziana. Continua a leggere

I costi dei prossimi CCNL del pubblico impiego

Print pagePDF pageEmail page

Un articolo apparso su Il Sole 24 ore di ieri 10 ottobre 2017, a firma Gianni Trovati, delinea il quadro finanziario dei contratti collettivi nazionali dei quattro comparti del pubblico impiego, la cui definizione viene prevista entro la fine di quest’anno. Continua a leggere

La governance amministrativa nel Regno Unito

Print pagePDF pageEmail page

Uno degli errori più penosi – da veri presuntuosi – che commettono i riformatori di casa nostra consiste nel concepire ed elaborare riforme amministrative come se dovessimo inventare ex – novo il modo di governare un Paese occidentale avanzato. C’è, invece, chi da secoli prima di noi ha organizzato le proprie istituzioni e procede, quando necessario, a sensate modifiche. Basterebbe studiare, applicarsi e comprendere il buono che c’è vicino a noi. Continua a leggere

Cassese, Bassanini, D’Antona e la dirigenza pubblica: un’antica polemica per un dissenso mai composto

Print pagePDF pageEmail page

Riproponiamo, non solo per il loro valore storico, ma anche, soprattutto – perché sono testimonianza di un dissidio teorico (e politico) e di una ferita ancora apertissimi – la veemente polemica innescata da Sabino Cassese 19 anni fa sulla “privatizzazione del rapporto di lavoro della dirigenza pubblica” ( realizzata nel governo Prodi, di cui Franco Bassanini era Ministro della Funzione pubblica e Massimo D’Antona il Direttore generale di riferimento)  con il d lgs 80 del 31 marzo 1998.   Continua a leggere

Nuovo codice antimafia: il sequestro dei beni agli indiziati del reato di corruzione

Print pagePDF pageEmail page

Il sentimento esacerbato di larghi strati dell’opinione pubblica nei confronti delle politica e della pubblica amministrazione é attualmente, purtroppo, un fatto acquisito. Ma i sentimenti di rabbia e di rivalsa sono e rimangono emozioni futili e passeggere se non si traducono in programmi adeguati a correggere strutturalmente le storture esistenti; in compenso, sono enormi i danni che produce una demagogia che sfrutta la rabbia dei più con misure che vellicano la pancia dell’opinione pubblica, ma non risolvono nulla, anzi arrecano danni ingenti a un ordinata convivenza civile basata su regole equanimi, vigilanza efficiente e  pene commisurate alla gravità degli illeciti commessi. Continua a leggere

Giuliano Amato: presentazione del volume “Corte costituzionale e Corti europee”

Print pagePDF pageEmail page

E’ stato ieri presentato all’Università degli studi di Roma “La Sapienza” l’ultima scritto di Giuliano Amato dal titolo “Corte costituzionale e corti europee” edito da “il Mulino”.

Riproponiamo la video registrazione degli interventi – Gaudio, Carnevale, Luciani e Melis – a cura di “Radio Radicale” Continua a leggere

Cassese, Rughetti e le assunzioni di giovani nella pubblica amministrazione

Print pagePDF pageEmail page

Ci sembra profondamente ingeneroso e inconcludente il titolo con il quale il solito Corriere della Sera ha presentato un articolo di Sabino Cassese a proposito dell’annunzio del sottosegretario del Ministero delle pubblica amministrazione, Angelo Rughetti di un progetto di 450.000 assunzioni di giovani negli uffici pubblici: “la grande abbuffata degli statali” – vedi qui l’articolo. Continua a leggere

Talamo e Tronti: le dinamiche della contrattazione collettiva nazionale e integrativa.

Print pagePDF pageEmail page

Nulla sostanzialmente é cambiato – al di là delle periodiche “oscillazioni” pendolari – con l’emanazione dei decreti legislativi n. 74 e 75 di quest’anno relativi alla valutazione delle performance e al rapporto di pubblico impiego. I due decreti in questione hanno sostanzialmente ribadito linee di azione ed intervento sul costo del lavoro pubblico essenzialmente basate sulla contrattazione collettiva, così come sancita dalla normativa degli anni ’90, trasfusa poi nel decreto legislativo n 165 del 2001, Continua a leggere