6 giovani talenti femminili italiani non sprecati

Share
Print pagePDF pageEmail page

6-giovani-talenti-femminili

Sei scienziate italiane di un’età fra i 27 e i 46 anni, coordinate da Edwige Pezzulli non ancora trentenne. Si muovono in mondo affascinante costituito da cose come buchi nericampo gravitazionaleorizzonte degli eventiaccelerazione di gravità. Nello studio pubblicato sul Monthly notices of royal astronomical society  – che riproduciamo qui sotto – hanno introdotto un nuovo concetto astrofisico: i “buchi neri primordiali (vedi qui spiegazione) che “entrarono in azione” subito dopo il Big Bang. Tale studio ha attirato l’interesse della NASA che le ha invitate a collaborare. Crediamo che queste poche annotazioni siano sufficienti per dar conto del loro talento. Interessante un articolo de “La Repubblica.it di ieri (vedi) che racconta della loro contemporanea “attività” di mamme.

Apprendiamo anche che 5 di loro sono precarie senza posto fisso. Di fisica purtroppo capiamo poco, ma l’inaccettabile paradosso dell’attuale mondo accademico italiano lo comprendiamo perfettamente, anche senza formule matematiche.

monthly-notices-of-royal-astronomical-society-edwige-pezzulli-rosa-valiante-maria-orofino-raffaella-schneider-simona-gallerani-e-tullia-sbarrato

Articoli Recenti Relativi